venerdì 29 marzo 2013

JORDY CLASIE




(Di Antonio Cupparo)
Jordy Clasie nasce ad Haarlem il 27 giugno del 1991, iniziando la sua carriera calcistica nelle file del HVV DSK società stessa di Haarlem. Willem Van Hanegem grande calciatore olandese degli anni 70' e grande amico del padre di Jordy, regalò quando era adolescente i primi scarpini da calcio prevedendo al piccolo calciatore in erba un grande futuro. Dopo la trafila nelle giovanili del Feyenoord, Clasie va in prestito per un anno alla squadra rivale l'Excelsior nell'estate del 2010 siglando la sua prima rete contro il NEC nella prima partita della Eredevisie. La stagione dopo torna al Feyenoord dopo l'esperienza conl'Excelsior, e sotto la guida di Ronald Koeman che lo schiera subito lii in mezzo al campo con ai fianchi El Amad e Bakkal. Segna la sua prima rete con la maglia del Feyenoord nel novembre 2011 contro il Vitesse Arnehm. Nella stessa stagione segna altre tre reti entrando definitivamente nel cuore dei tifosi. Nell'anno corrente si conferma uno dei pilastri del centrocampo della squadra di Rotterdam diventando grazie alla sua personalità il vice capitano. Quest'anno Clasie esordisce pure in Champions League e poi in Europa League. A livello di nazionale Clasie ha indossato tutte le maglie giovanili fino ad esordire con la casacca maggiore degli orange con ct Van Gaal che lo convoca per i match contro Turchia e Ungheria nelle gare valevole per la qualificazione a Brasile 2014.
Clasie è un centrocampista dinamico, incredibilmente agile, dimostrandosi molto utile senza palla in fase difensiva. Capace di far ripartire in modo veloce e sublime la manovra verticalizzando per i compagni di squadra. Grazie al suo baricentro basso (169 cm x 68 kg) riesce ad eludere il pressing avversario con dribbling anche al quanto rischiosi ma quasi sempre efficaci. Dotato di grande visione di gioco, col suo piede destro cosi bello sensibile e bello da vedere, riesce a trasformare traiettore improvvise per i compagni meglio smarcati in modo naturale. Visto il suo fisico un pò gracilino deve migliorare nel gioco aereo, e sopratutto nell'uso del piede mancino, ma vista la giovane età è ancora molto in tempo per far si di completarsi.

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi