sabato 9 luglio 2011

WALLACE OLIVEIRA DOS SANTOS





Questo mondiale under 17, ha fatto vedere ogni giorno che è passato, piccoli-grandi talenti dal futuro senz'altro roseo, e pieno di prospettive. Per il ruolo di terzino destro si è messo in luce il giocatore del Brasile Wallace Dos Santos.

Nato il 1 maggio 1994, Wallace è senza dubbio nel suo ruolo, il migliore della sua generazione, confermando la tradizione brasiliana che negli ultimi anni ha sfornato i vari Dani Alves, Maicon , passando per Cafu', e Jorginho, e negli anni 70 dell'epoca di Pelè, Carlos Alberto. Il nostro Wallace gioca nel Fluminense, dove ancora non ha debuttato in prima squadra, ma che a livello giovanile, già si è guadagnato una certa reputazione. Infatti quando aveva 14 anni, un certo Arsene Wenger, che di giovani se ne intende eccome!!,  lo seguì addirittura di persona in un torneo giovanile. Parlando del suo ruolo può essere impiegato in difesa come 4o a destra in un 4-4-2, ma siccome parliamo di un brasiliano, che ha nella fase di proposizione la sua arma micidiale. Infatti vedendolo con attenzione, non lo so si può non vedere di essere sempre presente nelle azioni d'attacco, e possedendo una tecnica, e un palleggio da vero brasiliano quale è, è davvero pericoloso, con dei cross perfetti. Anche dal punto di vista fisico, Wallace non scherza: per uno che ha soli 16 anni, ha già una struttura molto interessante (172 cm x 68 kg), e grazie a questo anche in fase di copertura se la sa cavare molto bene, il che è una cosa insolita per un brasiliano della sua età. Non esagero a dire che questo terzino, tutta forza e tecnica, sia già pronto per le grandi platee, in questi giorni dei mondiali, ha fatto meraviglie, realizzando un gol bellissimo nella prima partita contro la Danimarca, un gol classico da terzino fluidificante brasiliano, che con ottima scelta di tempo, si è inserito sovrapponendosi all'attaccante Ademilson, che è stato bravissimo a vederlo, e servirlo, con Wallace che poi ha lasciato partire un destro potentissimo sul primo palo del portiere. Un azione degna del miglior Maicon, ma io personalmente, nella corsa mi ha ricordato molto Cafu', anzi dirò pure che in proporzione lo vedo pure migliore dal punto di vista tecnico.


A cura di Antonio Cupparo

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi