sabato 23 aprile 2011

CHRIS WOOD

UN "KIWI" DAVVERO SPECIALE

CARRIERA


Wood viene messo sotto contratto dal Waikato FC, squadra del campionato neozelandese alla tenera età di 15 anni, e viene immediatamente aggregato in prima squadra. Per fare un po' di esperienza, viene mandato in prestito all'Hamilton Wanderers, dove segna 16 reti in 17 partite.
Il suo impressionante score gli fa guadagnare la convocazione ai Mondiali u17 del 2007, dove è il più giovane giocatore della sua squadra.
Nonostante la sua squadra finisca con 3 sconfitte e 0 punti, Chris disputa un torneo ottimo che gli permette di ottenere un provino con il West Bromwich, club di Premier League, che lo acquista subito dopo.
Tra le giovanili dei Baggies è un rullo compressore, segna sempre e diventa capocannoniere dell'u18, e per questo viene aggregato a 16 anni nella squadra riserve.
Debutta in Premier League a 17 anni e 3 mesi nel 2-2 contro il Portsmouth, giocando il quarto d'ora finale e mettendosi in mostra per le sue doti tecniche e fisiche.
L'anno successivo disputa 21 partite in Championship segnando una rete.
Attualmente è in prestito al Brighton Albion, dove ha segnato 9 reti in 27 partite, tra League One e FA Cup.
Nonostante abbia solo 19 anni, ha già alle spalle una Confederations Cup e un mondiale, dove ha giocato in tutti e 3 gli incontri della sua squadra sfiorando il gol nel finale contro l'Italia.
Con i kiwi vanta 15 presenze e una rete, in amichevole contro l'Honduras.

Chris Wood Newcastle captain Alan Smith is beaten to the ball by West Brom striker Chris Wood during the Coca Cola Championship game between West Bromwich Albion and Newcastle United at the Hawthorns on August 8, 2009 in West Bromwich, England.

CARATTERISTICHE TECNICHE

E' il classico attaccante boa, molto robusto (ben 191 cm) che fa salire la squadra, forte di testa e nelle sponde verso i compagni.
E' dotato di un tiro molto forte e, cosa strana per i giocatori con caratteristiche simili alle sue, è abbastanza rapido nelle giocate negli spazi stretti.
Tecnicamente è ancora molto grezzo, ma il talento c'è e si vede, come lo dimostra il suo primo gol in Championship, un siluro al volo da oltre 25 metri contro il Doncaster.
L'unica pecca che possiamo attribuirgli è quella di stare assente per lunghi tratti della partita, collaborando poco con la squadra, soprattutto in fase difensiva.
Il futuro è tutto dalla sua, non stupiamoci se tra qualche anno lo vedremo fare faville in Premier League.

Articolo scritto da Christian Rizzitelli


                                              

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi