venerdì 17 giugno 2011

IN ESCLUSIVA PER FOOTLANDIA: INTERVISTA A SABATINO DURANTE GRANDE ESPERTO DI CALCIO BRASILIANO SULLA FINALE D'ANDATA DI COPA LIBERTADORES



Antonio Cupparo ha intervistato in esclusiva per Footlandia, uno dei più grandi esperti di calcio brasiliano e sudamericano in generale: Sabatino Durante, agente e scopritore di molti calciatori talentuosi. L'argomento in questione è stata la finale di andata di Copa libertadores che ha opposto il Penarol sfidare il Santos allo stadio Centenario



Sabatino come hai visto questa finale, te le aspettavi le due squadre cosi timorose fin dall'inizio?


Me l'aspettavo proprio così, grandi aspettative, voglia di fare e poi tanti errori dovuto soprattutto alla tensione comunque un bello spettacolo, per la tensione emotiva di tutto, il campo, gli spalti, 
ed in fondo abbiamo visto almeno una decina di palle gol, magari anche errori clamorosi, comunque grandi emozioni..


Le prestazioni delle due stelle Neymar e Martinuccio hanno influito sulle due squadre, pensi che dipendono molto da loro?


Un attimo: Neymar è una stella, Martinuccio un buon giocatore. Neymar, al di là dei limiti agonstici e di carattere che ha, è il Brasile, quello che una volta era Ayrton Senna e poco tempo fa Ronaldo. Martinuccio rappresenta se stesso, un buon calciatore che a me piace tantissmo, ma non esageriamo lui vale e ricorda un grande centravanti sottovalutato che si chiama/chamava Giovanni Cornacchini detto Jo Condor. 
Neymar aveva su di sè la storia, la pressione di un intero paese, il peso della tradizione del santos che appunto contro il penarol vinse nel 1962 la coppa libertadores, in questa partita si è visto tutto il neymar del quale io parlo da anni: talento straordinario, fisico ancora da formare, carattere da cambiare, per questo dico sempre che se maturasse fisicamente e di testa tra un paio d'anni sarebbe davvero un fenomeno e allora potrebbe venire in Europa da fuoriclasse, meglio potrebbe restare in Brasile ed essere davvero l'erede di Pelè ma deve maturare, oggi è solo un talentino..


Di fatti ha rischiato l'espulsione per una simulazione


Hai ragione, è stato ammonito e in un'altra occasione meritava un altro giallo, doveva andare anzitempo negli spogliatoi, ma detto questo forse la prossima partita sarà decisa da una sua magia, non scordiamoci che è un ragazzo del 1992, e non si può pretendere da lui maturità così come è stupido andare dietro a Neymar pensando di spendere ora 40 milioni di euro, ne spenderemo 80 quando sarà maturo, allora sì, oggi prenderlo si corre un grande rischio, fermo restando che ha colpi geniali


Come ti è sembrata la prestazione di Danilo Luiz ieri sera, di lui si dice in Brasile un gran bene e tante squadre europee lo stanno seguendo


Complessivamente bene, ha avuto qualche problema all'inizio, è chiaro che lui si esprime meglio negli spazi, ed infatti il secondo tempo è uscito fuori, tanto il primo tempo hanno giocato bene solo le difese, soprattutto sugli esterni


Del Penarol che mi dici, come hai visto la prestazione dell'esterno sinistro Matias Mier? di lui si dice un gran bene


Guarda il penarol ha ottimi giocatori, ma più che i singoli mi piace il gruppo, come sanno interpretare la partita, io porterei in Europa soprattutto il suo allenatore Aguirre, ogni cambio che fa è una perla di saggezza, sempre e in ogni partita. Il penarol è stato fortunato ad arrivare comunque sin qui, per esempio con la catolica ha vinto solo per 3 errori banali del portiere cileno Garces


Per finire una domanda scontata ma importante: alla luce di questo 0-0 chi vincerà la copa Libertadore 2011?


Io credo che alla fine potrebbe spuntarla il Santos per la miglior qualità dei singoli, ma il risultato non è scontato, tutt'altro perché il Penarol sa giocare benissimo di rimessa e comunque a Pacaembu sarà il Santos a fare la partita, molto dipenderà da come sapranno gestire la partita i brasiliani ed un peso enorme avrà l' arbitro, se l'arbitro sarà imparziale ne vedremo delle belle, il penarol potrebbe garantirsi la superiorità numerica, ma dubito che l'arbitro non sarà un po' casalingo, sarà comunque una partita migliore di quella della notte passata, ci sarà più qualità, meno errori, e vedremo qualche bel gol


grazie moltissimo Sabatino di avermi concesso il suo tempo per avere una sua autorevole intervista ci sentiamo alla prossima.


Antonio Cupparo ha intervistato Sabatino Durante per Footlandia

2 commenti:

  1. antò, gande intervista, degna di un esperto giornalista...e ringrazio Sabatino Durante per averti e averci dato questa belle occasione per conoscerlo meglio.

    RispondiElimina
  2. Più in avanti speriamo di avere altri illustri personaggi da poter intervistare

    RispondiElimina

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi