venerdì 14 febbraio 2014

Gianluca Scamacca, il baby gigante dei Giovanissimi nazionali della Roma



La Roma sta puntando molto sui giovani, ultimamente ha ingaggiato anche all'estero elementi promettenti per futuro, ma anche in casa proprio ha molta materia prima, con Bruno Conti responsabile del settore giovanile che sta organizzando in maniera molto meticolosa la crescita nelle varie selezioni. Oggi diamo un'occhiata alla categoria giovanissimi, dove nella squadra allenata da Coppitelli c'è più di un elemento interessante da tenere d'occhio: in primis il capitano Andrea Marcucci mediano vero fulcro della manovra e leader della squadra, poi l'anglo italiano Dario Vittorio Meadows, esterno d'attacco che non ruba l'occhio ma che da tanta sostanza a livello tattico, e il difensore Luca Pellegrini abile sia come terzino, che ultimamente come stopper. Ma secondo noi il più interessante giallorosso è la punta centrale Gianluca Sciamacca, ed ecco a voi un breve profilo su di lui.



Nato a Roma il 1 gennaio 1999, è arrivato con i Giovanissimi di Roberto Muzzi lo scorso anno, strappato alla Lazio, vincendo poi il campionato. Balza subito agli occhi appena ci si siede in tribuna ad osservare la partita la sua enorme stazza fisica (194 cm). Attualmente è nazionale u15 con mister Antonio Rocca, e lo scorso 12 febbraio ha salvato gli azzurrini nel match contro i parti età del Belgio a Tubize nel 3-3 finale, segnando una doppietta al suo esordio. Destro naturale, mister Coppitelli lo usa come punta di diamante del trio di attacco, abilissimo nel gioco di sponda, ma nonostante la mole ha fatto subito notare come si muova con scioltezza, e girandosi alle spalle del difensore in modo lineare e non statico come apparentemente potrebbe essere. Sa smarcarsi bene, sa dialogare con i compagni. Tecnicamente valido, è in un possesso di un gran tiro dalla media distanza, che usa molto accentrandosi partendo leggermente da sinistra, e colpire secco col destro. Il suo idolo è Zlatan Ibrahimovic, e non poteva essere altrimenti visti il ruolo e la sua stazza che lo rende compatibile con le misure del campione svedese.

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi