martedì 26 maggio 2015

GUIDA AI MONDIALE UNDER 20: GRUPPO E



BRASILE

Giunta in Nuova Zelanda in virtù del quarto posto finale nel Sub20, un risutato abbastanza deludente ma che non le intacca il blasone e le potenzialità, infatti in questo mondiale è d'obbligo considerarla tra le favorite. Il nuovo ct Micale che ha sostituito Alexandre Gallo proprio da un mese, ha scelto il ritiro ad Atibaia, un posto dal clima simile alla Nuova Zelanda e che servirà sicuramente ai suoi atleti. La rosa è di primissimo livello, non c'è un giocatore che sovrasta l'altro, ma un insieme di talenti veramente niente male. Rispetto al Sub20 Micale ha lasciato a casa Gabriel Barbosa puntando su Judivan, attaccante che con il Cruzeiro si è messo in luce con le giovanili del "Raposa", dotato di senso del gol e velocità disarmante, toccherà a lui presumibilmente guidare l'attacco affiancato da Malcom e Guilherme, una linea offensiva che vede come altenative gente come Jesus, recordmen nelle giovanili del Palmeiras, e Jean Carlos, giocatore di proprietà del Real Madrid, arrivato giovanissimo alle merengues. A centrocampo Boschilia, se non sarà affetto da contrattempi muscolari sarà la luce della manovra, col suo sisnistro può fare quello che vuole, con lui a giocarsi il posto ci sarà Andres Pereira, splendida mezz'ala che la Juventus vuole soffiare allo United nella stessa maniera di come ha fatto con Pogba. Alef, giocatore del Marsiglia, è intelligentissimo mediano che insieme a Danilo Barbosa sarà il muro davanti alla difesa, dove Marlon è il dominatore (Thiago Silva lo definisce il suo erede, anche lui del Fluminense), il portiere Marcos, sempre della Flu, sicuramente proteggerà i pali dei verdeoro, ma attenzione a Georgemy, estremo difensore di 197 cm di proprietà del Cruzeiro

NIGERIA

Le Aquile d'Africa affronteranno la manifestazione con l'etichetta di migliore squadra del suo continente, non solo per la vittoria nel CAF 2015, ma sopratutto per il gruppo che possiede, lo stesso che alzò al cielo il trofeo dei mondiali U17 nel 2013 negli Emirati Arabi. Una squadra che ha un mix di fisicità, tecnica e tanta tanta fame, hanno un attacco importante con Kelechi Iheanacho, mancino importante, Isaac Success, attaccante che l'Udinese sta monitorando col Granada, e Musa Yahaya, di proprietà del Tottenham. Il reparto arretrato vede la presenza del difensore capitano goleador Musa Mohammed, e in porta ci sarà lo spilungone Dele Alampasu, finalmente un degno erede dei vari N'Kono, e Songo'o

UNGHERIA

Alla sua terza partecipazione, ha "approfittato" nell'organizzare l'europeo U19, sorprendendo tutti arrivando dietro solo a Germania e Portogallo. Nella rosa dell'ex Dortmund il tedesco Storck, ci sono diversi giocatori da tenere d'occhio, in primis Kristian Tamas, terzino sinistro in orbita Milan, adesso in prestito allo Slavia Praga. Poi ci sono il "roscio" Zsolt Kalmar, centrocampista acquistato dall'ambizioso Leipzig lo scorso anno, regista molto bello da vedere, sa giocare la palla in modo sublime e organizzare il gioco. I magiari partiranno con lo sfavore dei pronostici, ma se la può giocare benissimo in questo girone, dove il Brasile potrebbe farla da padrone

KOREA 

La squadra di Ye Gun si è qualificata dopo aver perso in finale nel AFC U19 contro Qatar, hanno però battuto il più quotato Giappone guadagnandosi meritatamente l'accesso al mondiale. Il suo uomo più pericoloso è senza dubbio Kwang Myong, capocannoniere della squadra, lui guiderà l'attacco affiancato da velocisti come Jong Hyok, e Un Chol. Mancherà senz'altro esperienza a livello internazionale, ma non avendo nulla da perdere faranno di tutto per fare bella figura


Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi