martedì 19 novembre 2013

Simeon Slavchev



Cosa succede se un centrocampista difensivo di soli 20 anni scopre improvvisamente di avere tempi di inserimento fuori dal comune, segnando 10 reti in 16 gare di campionato, senza tra l’altro tirare rigori né smettere di far legna in mezzo al campo? Succede che ci si trova davanti a un potenziale uomo mercato. Il mediano in questione, si chiama Simeon Slavchev e gioca in Bulgaria, nel Litex Lovetch. 

Nato il 25 settembre 1993 a Sofia, destro naturale, Slavchev è un mediano che si sapeva fisicamente debordante (185 cm x 80 kg, i suoi tackle sono ai limiti dell’intimidatorio) e tatticamente disciplinato ma, dopo la sua scorsa prima stagione al Litex, nessuno poteva ipotizzare una crescita così vertiginosa nell’impostazione del gioco (tecnica più che discreta, visione di gioco non straordinaria ma sicuramente buona) e soprattutto nella fase realizzativa. Al di là dell’ottimo stacco e del tempismo nel gioco aereo, che lo rendono pericolosissimo sui calci piazzati, Slavchev sta infatti evidenziando una grande capacità nel “vedere” varchi in cui “infilarsi” con la sua corsa potente e prepotente. Sa essere concentrato per tutti i 90 minuti, un vero leader che porta molta sicurezza a tutto il resto della squadra. L’impressione è che questo suo miglioramento sia riscontrabile in primo luogo a livello di personalità, di consapevolezza e sicurezza nei propri mezzi (personalità, consapevolezza e sicurezza, che molto spesso sono latenti nei calciatori bulgari delle ultime annate). Se così fosse, considerata l’età e le possibilità di ulteriori crescite a livello tecnico-tattico, andrebbe tenuto molto d’occhio.
Marcello Olivieri

   VIDEO 

 

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi