martedì 26 febbraio 2013

LO STOCCARDA PROSSIMO AVVERSARIO DELLA LAZIO IN EUROPA LEAGUE

picasion

CONOSCIAMO UNO PER UNO LO STOCCARDA PROSSIMO AVVERSARIO DELLA LAZIO AGLI OTTAVI DI EUROPA LEAGUE

Sven Ulreich
Promosso in prima squadra nel 2008, ha firmato poco tempo fa il prolungamento del contratto che lo lega allo Stoccarda fino al 2017. Nonostante la stazza fisica imponente (192 x 84), ha buoni riflessi e agilità negli spostamenti, manca un pò nella tecnica specifica della presa, da giovane prometteva molto, col tempo in parte ha mantenuto le premesse
Rene Ziegler
Portiere di grande esperienza, ha giocato per 3 anni dal 2007 al 2010 nel Borussia Dortmund dove era la riserva di Weidenfeller, ma è in Austria che si è imposto battendo il record di imbattibilità della porta nella Liga austriaca.
Gotoku Sakai
Nato a New York da padre giapponese e madre tedesca, si è trasferito nel Sol Levante da piccolissimo. Arrivato in Germania allo Stoccarda lo scorso anno dopo tre stagioni positive con il Albiirex Nigata. Nella prima stagione in Bundesliga ha collezionato molti assist, vera e propria sua specialità grazie ad una nella tecnica di base che gli permette cross molto invitanti per i compagni. Abilissimo nel tocco di palla, nell'appogio al compagno meglio smarcato, bravo ad intercettare e ripartire in transizione, pecca nei duelli fisici e nella disciplina, nel complesso un bel terzino, che tra l'altro può giocare benissimo nelle ambedue fasce
Serdar Taşçı
Inizia la sua carriera all'SC Altbach, trasferendosi successivamente agli Stuttgarter Kickers. Nel luglio 1999 passa al settore giovanile del Stoccarda. Viene inserito nella rosa della seconda squadra nella stagione 2005-2006 e in quella della prima squadra nel 2006-2007. Talentuoso e al tempo stesso un difensore molto affidabile, è sul taccuino di numerosi direttori sportivi, attratti dalle sue qualità. Impressiona soprattutto per lo spiccato senso della posizione, caratteristica che lo rende adattabile anche da terzino, abilissimo ad impostare grazie alle origini in cui ha iniziato come mediano. Non eccelle molto sui duelli aerei. L'Arsenal e Juventus nell'ultima finestra di mercato gli hanno fatto la corte, ma lo Stoccarda ha resistito alle avances. Ha giocato con la nazionale tedesca ai Mondiali 2010 in Sudafrica, ed è stato proclamato dalle donne tedesche il più bello della squadra della Germania
Georg Niedermeier
Dal 1995 ha fatto parte di tutte le giovanili del Bayern Monaco per poi per passare nel 2003 alla seconda squadra. Viene chiamato in prima squadra da Jürgen Klinsmann sia in campionato che in Champions League, contro il Lione, senza essere impiegato in nessuno dei casi. Da gennaio 2009 fino alla fine di giugno 2010 è in prestito allo Stoccarda, dove ha ottenuto l'esordio in Bundesliga. Sei mesi dopo ha firmato un contratto fino al 2014. Classico stopper all'antica, abbastanza scolastico dal punto di vista tecnico, preferisce il lancio lungo piuttosto che impostare l'azione (ci pensa Tasci), concentrato in area, grazie alle lunghe leve difficile superarlo sulle palle alte, se puntato in velocità va in crisi molto spesso
Felipe Lopes
Brasiliano dal passaporto portoghese, ha militato per molti anni nella squadra lusitana del Nacional. Ha avuto anche una breve esperienza, senza giocare però con l'Anderlecht. Si è trasferito nel 2012 al Wolfsburg il quale detiene ancora il suo cartellino. Difensore centrale arcigno, buono nel tackle, mediocre dal punto di vista tecnico
Arthur Boka
Ha cominciato la carriera nell'ASEC Mimosas di Abidjan, partendo dal settore giovanile che ha prodotto giocatori come Kolo Touré, Emmanuel Eboué e Aruna Dindane. Nel 2002, dopo la laurea all'accademia, si è trasferito al club belga del Beveren, per poi passare all'allora squadra di Ligue 1 dello Strasburgo per la stagione 2004-2005. Lasciò la squadra in seguito alla retrocessione l'anno dopo per trasferirsi allo Stoccarda. Boka conta 27 presenze per la Nazionale ivoriana. Inoltre è stato convocato per i Mondiali 2006, dove ha giocato tutte e tre le gare degli Elefanti. Ha rappresentato la Costa d'Avorio anche alla Coppa d'Africa 2006. Gioca come fluidificante di fascia sinistra, buon palleggio e abile nelle sovrapposizioni, mentre pecca molto nella fase difensica, ha uno stile di gioco bello da vedere fatto di dribbling, e accelerazioni interessanti, ha il vizio del tiro da fuori anche quando non serve.
Cristian Molinaro
Cresciuto nella Salernitana, ha toccato l'apice con l'approdo alla Juventus nel 2005 in compartecipazione con Siena giocando prima due stagioni con i toscani, per poi far ritorno a Torino dove ha giocato per tre stagioni totalizzando 65 presenze. Nel 2010 lo Stoccarda lo acquista, e ne diventa uno dei beniamini della tifoseria, e a seguito di partite brillanti in campionato e Champions diventa il migliore terzino sinistro della Bundesliga.
Antonio Rüdiger
Di madre della Sierra Leone e padre tedesco, è cresciuto insieme al fratello maggiore Sar Senesie nelle giovanili del Borussia Dortmund. Arrivato allo Stoccarda nel 2011 facendo la prima apparizione con la prima squadra l'anno successivo in campionato contro il Borussia Monchengladbach, ha pure esordito in EPL lo scorso ottobre contro il Molde. Difensore polivalente che può giocare sia terzino destro che centrale, fisico longilineo ma compatto (190 x 85), ha una bella falcata palla al piede e un gran senso dell'anticipo. Per diventare completo gli basta essere un pò più concentrato e avere una posizione più precisa. Lo Stoccarda crede molto in lui, tanto che hanno lasciato partire nel mercato invernale il messicano Maza
Tim Hoogland
Ha fatto il suo debutto in Bundesliga nel 2003 con lo Schalke 04, dal 2007 si è trasferito al Mainz, poi nel 2010 ha fatto ritorno a Gelsenkircken. La squadra dello Schalke lo ha prestato allo Stoccarda quest'anno totalizzando fino ad adesso solamente 2 presenze. E' un vero e proprio jolly, sapendo giocare in tutti i ruoli di difesa e metà campo, il suo ruolo preferito è quello di laterale di fascia destra
William Kvist
Secondo Bild è stato il miglior acquisto della Bundesliga quest'anno. Prelevato dal Copenaghen per la cifra di 3.5 mln di euro, Kvist si è dimostrato un vero e proprio professionista, lontano dalle luci della ribalta, e facendo parlare i fatti. Mediano tuttofare in grado di correre per tutti i 90 minuti, e facendo un grande lavoro di filtro davanti alla difesa. Ogni tanto si rende pericoloso con dei tiri dalla distanza, ed è bravo anche nei cambi di gioco e nei lanci lunghi, mentre pecca un pochino nel gioco aereo.
Cristian Gentner 
Prodotto del vivaio dello Stoccarda è stato nazionale tedesco Under 20, ed ha debuttato in Bundesliga con in panchina Giovanni Trapattoni nel 2005. Può giocare in tutti i ruoli di metà campo prediligendo la zona centrale per sfruttare il suo fisico molto ben compatto. Buona tecnica di base, si esalta nel dribbling, capace di prendere la decisione giusta al momento giusto. Molto continuo nel rendimento, quest'anno in Bundesliga è andato a segno per 3 volte
Raphael Holzhauser
Rappresenta attualmente l' Austria U21. Arrivato allo Stoccarda nel 2009 dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili del Rapid Vienna. Si è prima distinto con la seconda squadra prima di essere promosso in prima quest'anno. Può giocare sia come interno che come esterno sinistro. Buon tocco col piede mancino, non è un fulmine palla con la palla in movimento, ha bisogno di spazi per dare il meglio. Il suo punto di forza sono gli assist.
Ibrahima Traoré
Nazionale della Guinea naturalizzato francese, ha cominciato la carriera nel paese dell' esagono con il Levaillos prima di trasferirsi all'Herta Berlino dove è stato per 3 stagioni prima di emergere con l'Augusta dove in due anni tra il 2009 e il 2011 ha totalizzato 60 presenze segnando 9 reti. Acquistato dallo Stoccarda lo scorso anno, è diventato quest'anno titolare inamovibile realizzando 3 reti in 22 match disputati in Bundesliga e 8 presenze in EPL. Ala sinistra tutto mancino, veloce palla al piede, ha un bel dribbling che gli permette di saltare l'avversario con facilità.
Tamás Hajnal
Nazionale ungherese con più , cresciuto nel Ferencvaros, vanta esperienze nello Schalke 04, Karlsruhe e sopratutto nel Borussia Dortmund dove ha giocato nel periodo dal 2008 e il 2010, entrando alla fine dell'anno nella top 11 dei migliori della Bundesliga. Allo Stoccarda è arrivato nel 2011 in prestito su consiglio di Fredi Bobic che alla sua presentazione aveva dichiarato che Hajnal grazie alle sue doti di centrocampista tuttofare, poteva dare quel valore aggiunto alla squadra e all'allenatore diverse opzioni tattiche.
Shinji Okazaki
Nel 2009 ha vinto il premio Bomber dell'anno IFFHS come miglior Bomber Internazionale, superando Didier Drogba e realizzando 15 goal con la maglia della Nazionale in 16 presenze. Ha segnato il terzo goal nella partita dei mondiali a Sudafrica 2010 vinta dal Giappone 3-1 contro la Danimarca.Dopo le sue prestazioni nella Coppa d'Asia, dove è stato l'artefice del successo condita da una tripletta all'Arabia Saudita, a fine gennaio viene acquistato dallo Stoccarda con cui firma un contratto di 3 anni e mezzo. Gli piace giocare in tutti i ruoli offensivi, dotato di una grande rapidità palla al piede, da antologia un gol in rovesciata realizzato contro l'Hannover lo scorso anno
Alexandre Maxim
Arrivato giovanissimo nel 2009 tra file dell'Espanol B, poi prima in prestito al Badalona prima di ritornare in patria al Panduri Targu facendo una grande stagione condita da 9 reti totali dall'anno scorso fino a poco tempo fa precisamente a gennaio quando lo ha prelevato lo Stoccarda per 1.5 mln. Il rumeno oltre ad esordire nello scorso doppio confronto con il Genk in Epl, ha fatto anche la sua prima apparizione in Bundesliga giocando l'intera partita contro il Norimberga la scorsa settimana. Labbadia punta molto sulle sue qualità, e sarà sicuramente una valida alternativa sia ad Hajnal nel ruolo di trequartista, sia ad Harnik nel ruolo di esterno d'attacco. Ottime qualità tecniche, velocità palla al piede, rapidità di esecuzione, sono le qualità di Maxim che gli hanno permesso di esordire anche con la nazionale maggiore
Tunay Torun
Ha doppio passaporto sia tedesco che turco, è nazionale di quest'ultima nonostante la Germania ha insistito per poterlo avere all'epoca con l'under 21. Ha esordito in Bundesliga nel 2008 con la maglia dell'Amburgo, città dove è cresciuto. L'anno dopo si è trasferito all'Herta Berlino, prima di approdare allo Stoccarda nel 2012. Trequartista dall'ottimo palleggio, gli piace molto tagliare il campo da sinistra a destra, non ha paura nell'affrontare l'avversario puntandolo frequentemente anche rischiando il brutto fallo
Daniel Didavi
Ecco uno dei più grandi talenti della squadra e dell'intera Germania. Dopo tutta la trafila nelle giovanili dello Stoccarda, lo scorso anno al Norimberga esplode definitivamente facendo una stagione da incorniciare. Adesso è tornato nella sua squadra d'origine con la convinzione che potrà finalmente maturare ulteriormente. La concorrenza è tanta ma Didavi ha tutte le qualità per imporsi: può giocare interno o defilato sulla sinistra, sfrutta a dovere una buona tecnica e un fisico non imponente ma ben bilanciato, è in possesso di un interessante tiro dalla distanza, e buone doti di inserimento senza palla
Martin Harnik
È nato in Germania da madre tedesca e padre austriaco ed ha poi deciso di giocare per l'Austria. Cresciuto nelle giovanili del Werder dove ha esordito in gare ufficiali nel corso del terzo turno preliminare per accedere alla 2007/08, nella vittoria contro la Dinamo Zagabria Dieci giorni dopo arriva il debutto nella Bundesliga, in cui ha segnato il gol della vittoria contro il Norimberga. Nella stagione 2009-2010 si trasferisce in prestito al Fortuna Düsseldorf, dove si rende protagonista di autorevoli prestazioni. Nell'estate 2010 viene acquistato dallo Stoccarda. Inizialmente impiegato come centrocampista, è stato progressivamente spostato in avanti, prima come trequartista o ala destra, poi come attaccante vero e proprio, ruolo che attualmente occupa stabilmente nella Nazionale austriaca
Cacau
Deve il suo soprannome al fatto che, da bambino, pronunciava il suo nome Cacaudemir anziché Claudemir. Arrivato in Germania al Norimberga con la quale debuttò in prima squadra. Arrivò nel 2003 allo Stoccarda, ha totalizzato fino ad ora più di 200 presenze con all'attivo più di 80 reti. Bravo nel puntare l'avversario, ha un gioco che è un mix tra quello brasiliano con dribbling e cambi di direzione, e altro fatto di forza fisica e potenza. Ha bisogno di spazi per dare il meglio di se. In carriera poteva fare molto di più per le qualità che possedeva, la Lazio prossima sua avversaria in Epl è stata molto vicina al suo acquisto lo scorso anno quando parcheggiò Floccari al Parma
Vedad Ibišević
Nazionale bosniaco, è il pericolo numero uno per la difesa della Lazio prossima sua avversaria in Epl. Cresciuto nel Basilea, e dopo aver avuto esperienze nel Psg, e anche negli Usa, è esploso nell'Hoffenheim dimostrandosi un bomber di quelli di razza. È un centravanti forte fisicamente e con un buon senso del gol. È bravo con i piedi e si è specializzato nel segnare reti in acrobazia, ma anche gol da opportunista.
Federico Macheda
Preso da giovanissimo dal Manchester Utd dal vivaio della Lazio, si è imposto giovanissimo con i Red Devils esordendo con il botto in Premier League. Da li dove sembrava potesse spiccare il volo nonostante gli elogi di Ferguson, Macheda non riesce ad esplodere definitivamente e fa ritorno in Italia alla Sampdoria in prestito, senza però lasciare il segno. Fa poi ritorno a Manchester, fino alla cessione al Qpr dove colleziona solamente 3 misere presenze. Quest'anno con ancora in mano il cartellino del Manchester viene dato in prestito allo Stoccarda nel mercato di gennaio. Per Macheda sarà l'occasione del riscatto e la voglia è tanta stando alle sue dichiarazione all'arrivo in Germania.










Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi