giovedì 28 febbraio 2013

JAVIER MANQUILLO





Nome completo: Javier Manquillo Gaitán 
Data di nascita: 5 maggio, 1994
Squadra: Atletico Madrid
Ruolo: Terzino destro
Altezza e peso: 180 x 77

La Spagna sta avendo anche lei il periodo di crisi economica, e i club anche i blasonati stanno spostando più attenzione alle loro "Canteras", una tra tutte l'Atletico Madrid che ha nelle sue file diversi giovani rampanti talenti da lanciare in orbita della prima squadra, uno di questi è Javieri Manquillo.
Nato a Madrid, Manquillo cresce fin da giovanissimo nel Real Madrid con suo fratello gemello Victor, ma a 13 anni con quest'ultimo scartato dalle merengues, decide di cambiare aria e tuffarsi nell'altro lato della capitale spagnola, quella dei Colchoneros. Con l'Atletico Madrid gioca frequentemente con la squadra B, fino a quando, dopo aver molte volte allenatosi insieme, esordisce con i "grandi" di Manzano nel match amichevole al Cairo per festeggiare i cento anni del club egiziano dello Zamalek, con una prova molto convincente. Il debutto ufficiale è in Copa del Rey contro l'Albacete. Altre poi apparizioni arriveranno nella stessa coppa nazionale, prima di partire titolare in Europa League contro il Viktoria Plzen lo scorso 6 dicembre. Tre giorni dopo arriva l'esordio nella Liga sostituendo Luis Filipe nell'ultimo quarto d'ora nel match  finito in goleada (6-0) per l'Atletico contro il Deportivo La Coruna. Per Simeone, con la cessione di Silvio al Deportivo La Coruna, e i soli Juanfran e l'altro giovane Kader, sarà una valida alternativa in difesa quest'anno visto che ormai Javier è in pianta stabile con la prima squadra, l'età e la voglia di maturare di questo giovanotto fanno ben sperare anche in prospettiva futura per le Furie Rosse alla ricerca di un terzino destro di valore. 
Javier Manquillo gioca come terzino destro puro, solido in difesa e sempre concentrato, ha una grande forza fisica che gli permette scorribande interessanti lungo la fascia, iniziando con piccoli passi per poi sprigionare tutta la velocità possibile, tecnicamente bello da vedere, ma sopratutto coraggioso nel buttarsi continuamente in avanti alla ricerca del pallone, con sovrapposizioni continue, insomma un terzino con i fiocchi che tutti gli allenatori vorrebbero avere, e chi c'è l'ha già adesso cioè Simeone se lo coccola facendolo crescere con calma in attesa del definitivo salto.


1 commento:

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi