venerdì 20 maggio 2011

LEANDRO DAMIAO

                                                

                                       DATI ANAGRAFICI
Leandro Damiao da Silva dos Santos nasce il 22 Luglio 1989 a Jardim Alegre un comune di circa quindicimila abitanti nello stato del Paranà,in Brasile.Il suo ruolo è quello di attaccante ed attualmente milita nell'Internacional di Porto Alegre.E' alto 187cm e pesa 80kg.
La sua avventura nel mondo del calcio professionistico inizia a 17 anni quando giocava ancora nei campi polverosi di San Paolo.Viene notato da un osservatore dell Atletico Ibirama che gli offre un contratto,qualche settimana dopo viene girato in prestito al Marcilio Dias dove in 25 presenze realizza 19 gol.Di seguito si trasferisce al Ciudade Azul dove giocherà fino al 2009.
Tornato a "casa" inizia a giocare con continuità e nel campionato Catarinense realizza 11 gol in 14 partite.Viene così notato dall'Internacional che lo prende in prestito per tre mesi,dove stupisce tutti per le sue doti da bomber, infatti è protagonista assoluto nel torneo Citta di Torino e nella Coppa FGF con la squadra B.
Il club di Porto Alegre con grande tempismo acquista il 70% del suo cartellino e il tecnico Jorge Fossati lo aggrega alla prima squadra.
Nel Brasileirao 2010 riesce a collezionare 25 presenze e 7 gol,a dicembre dello stesso anno partecipa al Mondiale per Club giocando per una mezz'ora nella sfortunata partita poi persa 2-0 contro il Mazembe.
La consacrazione definitiva arriva ad inizio 2011 dove in 6 presenze nel Campionato Gaucho realizza 11 gol,inoltre gioca anche in Coppa Libertadores e realizza 2 gol.
Il 27 Marzo 2011 nella partita amichevole contro la Scozia fa il suo esordio con la maglia verdeoro agli ordini del ct Mano Menezes.


                               CARATTERISTICHE TECNICHE


E' un corazziere infatti è dotato di un gran fisico,è molto bravo nel gioco aereo ma la sua caratteristica più importante è l'innato senso del gol.Ha una discreta velocità,un buon tiro,il suo piede preferito è il destro ed ha una buona tecnica di base infatti spesso e volentieri lo vediamo esibirsi nella sua giocata preferita ossia la "bicicleta"con la quale fa ammattire i difensori avversari.      


Articolo scritto da Edison Marzano                                       

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi