sabato 5 febbraio 2011

RUI PEDRO COUTO RAMALHO





Nato il 2 Luglio del 1988, Rui Pedro è un attaccante, un destro naturale (seppur se la cavi piu che discretamente anche con il piede sinistro), che può già vantare numerose presenze con la nazionale under 21 Portoghese (una quindicina di partite con 4 gol all'attivo per il talento Lusitano). Nato nella piccola cittadina di Vila Nova de Gaia, nei pressi di Oporto, il ragazzo è alto circa 180 cm per 79 chilogrammi. Attualmente è stato girato in prestito al Leixoes (compagine che milita nella Liga Orangina, la serie cadetta Portoghese) ma il suo cartellino è di proprietà del Futebol Clube do Porto. Guadagna circa 100 mila euro a stagione.
                                            

CARATTERISTICHE TECNICHE

Rui è uno dei piu interessanti talenti che le giovanili del Porto hanno recentemente prodotto, trattasi di un attaccante duttile, dal grande dribbling, dalla ottima tecnica e dalla visione di gioco invidiabile. Gran piede e discreto (ma migliorabile) senso del gol, sufficiente freddezza sotto porta (non essendo un vero e proprio bomber ha ancora parecchio da lavorare sotto questo aspetto) ed ottimi tempi d'inserimento senza palla dalle retrovie (soprattutto per vie centrali). Spesso schierato come prima punta pur non possedendone le qualità (oltre a qualche errore di troppo nell'area piccola, spesso fatica nel far salire la squadra e va facilmente in difficoltà se costretto a giocare spalle alla porta, deve migliorare nella difesa della palla e nel riuscire ad usare adeguatamente un fisico non statuario ma comunque atletico ed esplosivo) è ben disposto nell'anteporre il bene della propria squadra ai bisogni personali, e si è dunque spesso sacrificato in un ruolo non proprio suo. In realtà Rui è una seconda punta naturale, ma lo avrete intuito dalla descrizione delle sue caratteristiche, ama svariare e dar sfogo alla propria fantasia. Anarchico tatticamente, ma se è in giornata è ben capace in qualsiasi momento di risolvere la partita con uno dei suoi colpi ad affetto. Assistman ideale, possiede anche un ottimo tiro dalla distanza ed ama il fraseggio stretto a centrocampo (millimetrico nelle imbucate e nei cambi di gioco). In realtà il ragazzo potrebbe anche essere schierato dietro la/le punta/e venendo impostato come trequartista completo, dinamico: moderno. Capace anche di giocare su entrambe le fasce (d'altronde come detto possiede due ottimi piedi, ed anche il sinistro è davvero di livello) può dunque occupare qualsiasi ruolo nel reparto avanzato. Questa sua disponibilità al sacrificio e la sua ammirevole predisposizione al ripiego, addizionata ad un ottima corsa ed una grande gamba, lo rende un esterno ideale sia in un 4 3 3 che in un 4 4 2 in linea.
                                                    

CARRIERA

Cresciuto nelle giovanili del Porto, nel quale riesce ad entrare in giovanissima età: a nemmeno 13 anni compiuti, il ragazzo si forma definitivamente sotto la guida di Vitor Frade che dal 2006 al 2008 lo elegge uno dei leader indiscussi della maggiore selezione giovanile dei Dragoni. Frade (ormai mostro sacro e figura di riferimento delle giovanili bianco-blu) vede in lui un talento cristallino e delle potenzialità tecnico/tattiche fuori dalla norma che, a suo dire, ricordano davvero le gesta di una leggenda indimenticabile al Dragao: Deco. Nel 2007/2008 Rui colleziona la prima convocazione in campionato nella squadra titolare dei Dragoes, restando però per l'intero match in panchina ma iniziando ad assaporare l'atmosfera del calcio vero, il calcio dei grandi, quello che piace a lui. Intanto a metà 2007 viene chiamato a far parte della under 21 Lusitana, debuttando e dando cosi inizio ad un avventura nella nazionale di categoria che lo porterà a disputare una quindicina di incontri ed a realizzare anche 4 reti. Forse però troppo poco in proporzione al suo interessantissimo talento. Nel Gennaio della stessa stagione il suo cartellino viene girato in prestito all'Estrela da Amadora, cenerentola della Liga Sagres. L'avventura per Rui non si rivelerà poi neanche tanto male, difatti nella under 20 dell'Estrela le cose vanno alla grande: grandi prestazioni, grandi giocate ed una netta conferma di come le sue qualità fossero assolutamente sopra la media per un ragazzo di nemmeno 20 anni. In prima squadra riuscirà a vedere il campo solo quattro volte in sei mesi! Rientrato a giugno alla base, Pinto Da Costa decide immediatamente di girarlo ancora una volta in prestito, questa volta però nella Liga Orangina (serie cadetta Portoghese) in quel di Portimao, Algarve. Il Portimonense è una buona squadra e lo spazio per lui sembra esserci. Per Rui si rivelerà un ottimo anno di formazione, esperienza positiva dal punto di vista calcistico e non solo: 22 partite giocate, nessun gol ma parecchi assist, grandi giocate e prestazioni super. Nel 2009/2010, la scorsa stagione, la storia sembra ripetersi. Rientrato nel Futebol Clube do Porto in estate, l'erede designato di Deco (o quanto meno cosi si spera) verrà nuovamente prestato ad un club della Orangina ma quest volta sarà il turno del Gil Vicente, club con sede in Barcelos. Questa sarà un altra grande annata per la formazione di Rui, nella quale inizierà anche ad arrivare qualche premio individuale (miglior giocatore della Liga Orangina nel mese di Marzo e miglior giovane del campionato). All'Estadio di Barcelos colleziona 29 presenze ed 8 reti come contorno, giocando però la solita annata ricca di qualità, assist e straordinarie giocate! In questa stagione il giovane Dragone è stato girato al Leixoes, squadra della città di Matosinhos, anch'essa in Liga Orang. Questo sarà tuttavia l'ultimo anno di serie cadetta per lui, dato che Pinto Da Costa sembra puntarci parecchio in vista del Porto versione 2011/2012. E comunque di sicuro nella prossima stagione sarà presente nella massima serie Lusitana, che sia Porto o che sia ancora una volta in prestito in un altra piazza! Il suo rendimento attuale è, come di abitudine ormai, straordinario: 17 partite, soli 3 gol ma giocate d'alta scuola. Il Leixoes è a soli 5 punti dalla Trofense capo classifica, chissà che Rui non riesca nell'impresa di realizzare il sogno di un interà citta: recitando un ruolo da protagonista!
                                                                

VIDEO







Articolo scritto da Dario Fc Porto per Footlandia

Nessun commento:

Posta un commento

SITI AMICI

Ricerca personalizzata

E-SCOUT ITALY

Lettori fissi